Come avere successo con il marketing via e-mail nell’e-commerce

Come avere successo con il marketing via e-mail nell’e-commerce

Come avere successo con il marketing via e-mail nell’e-commerce

L’e-mail è indubbiamente lo strumento più efficace per il marketing, il branding, l’instaurazione di rapporti duraturi con i clienti e la ricezione di una risposta diretta. Allorché una buona e-mail può migliorare drasticamente i tuoi tassi di risposta e forgiare relazioni durature con gli abbonati, un’e-mail scadente potrebbe non solo allontanare potenziali clienti, ma anche danneggiare il tuo brand.

Inoltre, l’e-mail è un ottimo strumento per trasmettere contenuti mirati agli abbonati interessati.

Idealmente, le e-mail di e-commerce dovrebbero svolgere tre funzioni:

  1. Stimolare le vendite
  2. Generare più fatturato
  3. Mantenere attivi gli abbonati e portarli ad acquistare ripetutamente

Creare strategie di marketing via e-mail efficaci non è un’impresa semplice. Testare, analizzare e potenziare costantemente l’efficacia dei messaggi è indispensabile per sfruttare la miriade di opportunità che esistono per il marketing via e-mail.

Per essere compresi nel proprio circolo, una regola tacita della conversazione è parlare in modo rilevante.

Lo stesso vale per il marketing via e-mail. Nelle nostre vite frenetiche, non prestiamo attenzione a ciò che non ci riguarda. Tenendo presente questo fatto, categorizza i tuoi abbonati in base a età, sesso, località, acquisti passati, interessi e articoli più visti. Così facendo, potrai personalizzare le tue e-mail e inviare informazioni rilevanti agli abbonati interessati.

Scopriamo insieme le tattiche per consentire ai siti di e-commerce di avere maggior successo con il marketing via e-mail.

1. Pensa alla deliverability

Per impedire che la tua e-mail sia ostacolata da problemi di deliverability, devi progettarla nel modo giusto. Devi assicurarti che tutti i client e-mail di spicco supportino gli elementi presenti nella tua e-mail.

Secondo le ultime analisi e-mail Litmus, le aperture delle e-mail da dispositivi mobili si attestano sul 56% e quelle da desktop sul 17%, mentre quelle da webmail sono scese al 27%.

Il design dell’e-mail dovrebbe deve responsive, così da essere compatibile con computer portatili e dispositivi mobili.

La tua e-mail deve sempre includere un pulsante per annullare l’iscrizione, con un centro delle preferenze che consenta ai clienti di selezionare quando ricevere tue notizie. Così facendo, puoi potenziare la tua credibilità riducendo il tasso di spam.

design-deliverability

2. Modello di e-mail

Il modello dell’e-mail include i seguenti elementi:

a. Nome del mittente

Il nome del mittente è molto importante in quanto incide enormemente sul tasso di apertura. Se non riesci ad attirare l’attenzione con il nome del mittente, è probabile che venga ignorato anche l’oggetto dell’e-mail, che finisce quindi nel cestino o contrassegnata come spam. Il modo migliore per farsi notare è utilizzare un nome del mittente che ispiri fiducia e che venga facilmente riconosciuto dai tuoi abbonati. Si tratta solitamente del nome della tua società o del nome del fondatore.

b. Oggetto

L’oggetto della tua e-mail deve suscitare curiosità o comunicare chiaramente il contenuto dell’e-mail. Ad esempio, “Non puoi perderti questa occasione” ha un fascino intrigante, mentre “70% di sconto su ogni acquisto” è un oggetto ovvio. Un oggetto unico e originale cattura l’attenzione dell’abbonato molto più rapidamente di un oggetto visto e rivisto.

Ma qual è la lunghezza ideale dell’oggetto? Se vuoi che gli abbonati vedano l’intero oggetto nella loro casella di posta, fai in modo che contenga meno di 50 caratteri.

Il 40% delle e-mail viene aperto prima di tutto sui telefoni cellulari, quindi limitare l’oggetto al numero di caratteri citato sopra è estremamente importante. Includendo la dicitura “Consegna gratuita” nell’oggetto, ottieni tassi di apertura più elevati. Secondo una ricerca, queste e-mail registrano un incremento del 35,9% nei tassi di apertura rispetto alla media. Generalmente, parole come “risparmia”, “acquista”, “economico” e “gratis” dissuadono gli abbonati.

Anche la personalizzazione dell’oggetto e l’introduzione di emoji si sono dimostrate efficaci nel potenziare i tassi di apertura. Quest’anno, prova ad aggiungere all’oggetto delle tue e-mail natalizie emoji con pupazzi di neve, campanelli o altri simboli delle feste.

emojis

Fonte: infografica Emailmonks

subjetline

c. Testo del pre-header

Un testo del pre-header coinvolgente è un altro elemento importante in grado di migliorare i tassi di apertura delle e-mail utilizzando pochi caratteri. Comunica al cliente, con discrezione, ciò che l’e-mail ha in serbo per lui ancora prima che la apra.

preheader-text

d. Corpo dell’e-mail

Una volta aperta la tua e-mail, i destinatari non dovrebbero pentirsi di averlo fatto ed essere invece entusiasti di come la tua offerta risponda a una loro esigenza. Le parole che scegli dovrebbero creare una “connessione” ed essere empatiche piuttosto che commerciali. In tema di feste natalizie, puoi aggiungere un’atmosfera di festa alle tue e-mail con colori vivaci, animazioni e ricchi elementi grafici. È bene ricordare che il 75% dei consumatori apprezza le e-mail personalizzate.

3. Offerte attraenti e CTA prominente

Il più delle volte, sono gli incentivi e le offerte attraenti a stimolare le vendite e a convincere l’utente ad agire. Un pulsante CTA ben visibile nelle tue e-mail impartisce un’indicazione agli utenti. Gli abbonati dovrebbero riuscire a cogliere il bisogno di agire. Sono alla ricerca di prodotti in grado di risolvere i loro problemi: se il tuo prodotto non semplifica loro la vita, ritengono inutile acquistarlo. Lo scopo della tua e-mail è quello di impedire loro di pensare in questo modo e di portarli ad agire.

In cambio del loro clic, puoi andare oltre e offrire qualcosa di unico ai tuoi abbonati. Potrebbe trattarsi di uno sconto, un omaggio o un buono esclusivo per il loro prossimo acquisto.

Le e-mail di e-commerce contenenti buoni hanno tassi di apertura, di clic e di acquisto più elevati. È interessante sapere che le aziende investono ogni anno 76,9 miliardi di dollari per incentivi e promozioni.

4. Orario di invio dell’e-mail

Inviare un’e-mail all’orario giusto è di fondamentale importanza per fare sì che venga aperta. Ovviamente, i clienti non vogliono ricevere un’e-mail con tanto di sconti alle 2 del mattino. Coinvolgi i tuoi clienti nel momento più propizio per ottenere i migliori risultati dalla tua campagna e-mail.

Secondo Mailchimp, il giorno della settimana più proficuo per l’invio di e-mail è il giovedì. Inoltre, l’orario ottimale per l’invio è alle 10 del mattino (nel fuso orario del destinatario).

Tuttavia, per ottenere il miglior tasso di engagement, ti consigliamo di continuare a monitorare le analisi delle tue e-mail. Osserva attentamente gli orari più efficaci per te così da evitare di perderti nella casella di posta.

5. Automazione delle e-mail

È importante che i tuoi abbonati sappiano che dai valore al loro rapporto. Nel marketing via e-mail per l’e-commerce, l’invio di e-mail automatizzate è particolarmente efficace per coinvolgerli e incoraggiare il ripetersi delle vendite.

L’automazione ti risparmia la seccatura di dover inviare manualmente un’e-mail personalizzata ai tuoi abbonati. Puoi progettare un calendario di comunicazioni via e-mail e trattare di conseguenza le esigenze di un abbonato specifico nel corso del ciclo di vita delle e-mail.

Una volta che l’abbonato si iscrive alla tua newsletter o conferma il suo primo ordine, puoi innescare le tue e-mail automatiche a cominciare da quelle di benvenuto, promozionali, transazionali e contenenti informazioni relative alla consegna.

Se l’abbonato lascia un articolo nel carrello, è possibile inviare automaticamente anche e-mail riguardanti i carrelli abbandonati. Inoltre, puoi addirittura inviare raccomandazioni dei prodotti nell’e-mail relativa al carrello abbandonato o al completamento dell’acquisto.

Pensa in modo originale e coinvolgi i clienti con idee uniche che contribuiscano a promuovere il tuo brand.
Con le feste ormai alle porte, puoi prendere in considerazione le seguenti e-mail automatizzate:

sur-la-table

  • Idee regalo dell’ultimo minuto
  • Richieste di feedback e raccomandazioni ad amici e parenti con offerte esclusive per le feste al momento dell’iscrizione
  • E-mail di vendita incrociata

your-next-box

6. Ricorda di testare la tua e-mail

Solitamente, gli esperti di marketing via e-mail pensano che eseguire un A/B test delle e-mail richieda troppo tempo. Tuttavia, un piccolo investimento può portare a un miglioramento significativo dei risultati. L’esecuzione di test ti consente di valutare la migliore offerta per l’intera base di clienti e ti aiuta a stabilire quali gruppi di clienti scelgano quali offerte specifiche.

Testa SEMPRE la tua e-mail prima di premere il pulsante INVIO.

In fin dei conti, il marketing via e-mail punta a creare interesse e a tenerlo vivo per impedire ai clienti di annullare la propria iscrizione. Tieni presente tutto questo nelle tue campagne future e ricorda di eseguire diversi test per evitare brutte sorprese.

Conclusione

Puoi gestire campagne e-mail natalizie di successo senza essere uno dei tanto odiati siti di e-commerce che inviano continuamente e-mail a sproposito. I clienti vogliono ricevere e-mail creative, che offrono qualcosa in più del semplice marketing e di espedienti per la vendita. I risultati ottenuti con un marketing via e-mail di successo sono semplicemente sbalorditivi.

Biografia dell’autore:

Kevin è il responsabile Marketing di EmailMonks, una delle aziende di progettazione e programmazione di e-mail in più rapida crescita. È specializzata nella creazione di accattivanti design per le e-mail, nella conversione PSD/e-mail HTML responsive e molto altro ancora. Kevin adora i gadget, le bici, il jazz e respira l’”e-mail marketing”. È un genio del branding che ama mettersi in gioco e condividere le informazioni con i colleghi. Seguilo su Twitter.

L’articolo Come avere successo con il marketing via e-mail nell’e-commerce sembra essere il primo su IT – Blog E-commerce di PrestaShop.

Comments are closed.
Che dire... è il miglior gestionale di magazzino sul commercio! Facile, intuitivo, innovativo e multi piattaforma. Lo usi dallo smartphone al computer fisso, passando per il tablet e il portatile. Cosa volere di più?

Andrea Parisi - facebook.com

Da circa due mesi stiamo utilizzando il vostro gestionale; tutto molto semplice e funzionale. L'assistenza nei primi approcci ottima! Consigliato

Debora Passerini- facebook.com

Software innovativo, semplice nell'utilizzo e con tantissime funzionalità. Davvero consigliato!

Alessandro Nicotra - facebook.com